Schermo LCD: Caratteristiche

Tv caratteristiche
Tecnologia

Nell´ultimo periodo, la tecnologia, i costruttori e la moda hanno sancito la fine dei televisori a tubo catodico, puntando sugli schermi piatti.In quest´ottica la tecnologia che sta prendendo piede è quella LCD, una tecnologia relativamente complessa, basata sul fatto che i cristalli liquidi sono, allo stato naturale in un mulinello, mulinello che può essere alterato applicando un flusso di corrente elettrica in modo da lasciar passare la luce. In conclusione applicando la corretta quantità di luce si ottiene l’immagine desiderata.

Ma veniamo a noi, il mercato offre innumerevoli modelli, dalla specifiche più diverse, modelli tv lcd o al plasma; ponendoci davanti a termini non sempre conosciuti.

Lo scopo di questo post è quello di fare un pò di chiarezza nella selva di specifiche senza però scendere nel tecnico.

Luminosità

Il valore di Luminosità per un televisore è molto importante in quanto abituati a vedere le nostre trasmissioni in ambienti poco illuminati, c’è da dire però che ormai anche i monitor di basso livello raggiungono standard più che accettabili Un buon valore di luminosità è compreso tra i 400 ed i 500 lumen.

Contrasto

Un elemento da tenere in grande considerazione nella scelta di uno schermo LCD, il contrasto è il rapporto tra il livello di luminosità del nero e del bianco.
Ormai anche uno schermo LCD di media qualità ha un punto di nero di circa 0,5 lumen ed un punto del bianco di 250 lumen; quindi con un rapporto tra bianco e nero di 500:1, valore più che buono. Nell’ultimo periodo questo valore è cresciuto considerevolmente sino a punte di 800:1.

Angolo di visione

L’angolo di visione è un valore importante da prendere in considerazione.
Se questo valore è troppo basso, gli spettatori che non si trovano esattamente al centro dello schermo non vedranno le immagini con la stessa qualità percepita da chi le guarda dalla posizione centrale, ma le percepiranno in maniera offuscata.
A parità di prezzo puntate a un monitor con l’angolo di visione più ampio possibile.

Dimensione

La distanza di visione dipende strettamente dalle dimensioni del televisore.
In linea di massima la distanza per una visione ottimale è inferiore rispetto a quella di un televisore a tubo catodico.

Dimensioni in pollici e distanza media

Per una visione ottimale del TV, esiste una proporzione tra la dimensione dello schermo espresso in pollici e la distanza dalla quale conviene guardare.

– Per monitor di 20-27 pollici si consiglia 1 metro di distanza
– Per monitor di 32-37 pollici si consiglia 2 metri di distanza

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

antivirus sophos
Tecnologia
Come funziona Sophos Antivirus

Diverse volte abbiamo ripetuto quanto sia necessario aver installato un buon antivirus, tenerlo aggiornato e sempre attivo. Sono numerosi i produttori di questi software e orientarsi nella giusta scelta non è sempre facile; i consigli degli altri servono molto ma l’ esigenza alla fine diventa molto personale. Capire se il …

backup per pc e smartphone
Tecnologia
Come fare un backup del PC e Smartphone

Ormai il computer è parte della vita quotidiana di tutti, e quando diciamo computer intendiamo non solo il PC che abbiamo in casa o a lavoro, ma anche Smartphone, Tablet, Palmari, e ogni altro tipo di prodotto elettronico che in qualche modo ci permette di archiviare dati. Di norma quando …

navigatore gps
Tecnologia
Guida alla scelta del navigatore GPS

Dirigersi da un punto A a un punto B non è sempre facile, anche conoscendo l’inizio e la fine del vostro viaggio. Ecco perche molta gente è molto attratta dai ricevitori GPS, perchè amano l´idea di qualcosa che gli dica dove andare, piuttosto che qualcuno. Ma se non valuti bene …